31 gennaio 2015

IN PRIMO PIANO

THE WIZARD OF DRIBBLE

Il 1° febbraio 2015 ricorre il centenario della nascita di Stanley Matthews, uno dei grandi campioni del football britannico. Protagonista di una carriera eccezionalmente longeva, dagli anni 1930s agli anni 1960s, Matthews ha giocato in tre sole squadre: lo Stoke City, il Blackpool e la Nazionale inglese. Vincendo solamente una FA Cup.

Quando appese gli scarpini, all'età di 50 anni, lo fece tra i dubbi: "Forse è presto", commentò. Ala destra veloce, tecnica, imprendibile, interpretò la bellezza del gioco individuale. Vinse la prima edizione del Ballon d'Or, nel 1956, a 41 anni - un premio alla carriera, illuminata da partite memorabili, tra le quali la finale della FA Cup del 1953, nella quale segnò tre reti in rimonta al Bolton, o il test match tra Inghilterra e Brasile a Wembley del 1956, in cui ridicolizzò Djalma Santos. E' stato il primo calciatore ad essere insignito dell'Order of the British Empire.



NOVITA'
Al 31 gennaio 2015

_______________________________________
GALLERY


24 gennaio 2015, Stamford Bridge, Londra
La felicità incredula dei giocatori del Bradford City AFC al termine del match contro il Chelsea, leader incontrastato della stagione in Premier League, valevole per il Fourth Round Proper della FA Cup. Da 0:2 a 4:2 : un'impresa che rimarrà nella storia del club e del fooball inglese, a conferma del fascino senza tempo della sua competizione maggiore

_______________________________________
LINGUAGGI

_______________________________________
COLLEZIONI
Pentavalide
Valentino Mazzola | "Pentavalida"
Cineteca
The Magician. The story of Sir Stanley Matthews | "Film e documentari"
Liverpool-West Ham United (1981) | Tottenham Hotspur-Liverpool (1982) | Liverpool-Manchester United (1983) Il fulmine di Souness (1984)"Le finali della Football League Cup"

_______________________________________
SEGNALI
Crystal Palace Kick | Valentino Mazzola
Ernö Erbstein, who survived Hungary’s Holocaust to coach Torino
1946 FA Amateur Cup Final

27 gennaio 2015

IN PRIMO PIANO

NEL GIORNO DELLA MEMORIA

Ricordiamo anche quest'anno - come tutti gli anni, con immutato sgomento e rispetto - le vittime dell'Olocausto. Lo facciamo rimembrando la vicenda di Ferdinando Valletti, calciatore del Milan prima della guerra, che venne catturato dalle SS tedesche per aver aderito allo sciopero all'Alfa Romeo del marzo 1944. Dal binario 21 della stazione centrale di Milano venne tradotto a Mauthausen e Gusen, da dove tornò a casa nel settembre del 1945. 

Ebbe la vita salva anche grazie al calcio. Fu scelto infatti come riserva nella squadra delle SS e questo gli permise di lavorare come sguattero nelle cucine, evitando i lavori sfiancanti nella tristemente famosa cava di marmo di quel campo. Come tutti coloro che da lì non tornarono, anche Ferdinando visse l'orrore dell'Olocausto.


Ferdinando Valletti è il quarto in piedi da destra. In mezzo agli accosciati è Peppino Meazza.
La foto è di difficile datazione: probabilmente risale al biennio 1940-1942 in cui il grande campione militava
nella Associazione Calcio Milano

Profilo | Associazione Ferdinando Valletti
"Deportato I 57633 voglia di non morire" | BBC | Magliarossonera

25 gennaio 2015

NOVITA'
Al 25 gennaio 2015

_______________________________________
GALLERY


15 gennaio 2015, Estadio Santiago Bernabeu, Madrid
Finalmente tornato a casa, El Niño ritrova il sorriso: doppietta al Real e Atletico ai quarti di Copa del Rey

_______________________________________
LINGUAGGI
Kaffeehaus
Sfiancante week-end pedatorio per il voyeur | "Cartoline di stagione"
Cronache e storie

_______________________________________
COLLEZIONI
Pentavalide
Guillermo Stábile | "Trisvalida"
Jeff Astle | "Leggenda"
Garrincha: Solo la morte non ha abboccato alla sua finta | "Pentavalida"
Ricardo Zamora | "Pentavalida"
Ernst Ocwirk | "Leggenda"
Santoni
Herbert Chapman | "I più grandi allenatori della storia"
Pep Guardiola | "I più grandi allenatori della storia"
Gusztáv Sebes | "I più grandi allenatori della storia"
Cineteca

_______________________________________
SEGNALI
Gli anni di piombo di Luciano Re Cecconi | Passione
Alligatori albini | Matt Busby statue at Old Trafford | Ricardo Zamora | "Une bande de joyeux lurons" | Ghost Goal Hunters La prima radiocronaca di una partita di football | Mino Raiola e la Fifa | "Chelsea losing to Bradford in FA Cup would be a disgrace"

17 gennaio 2015

NOVITA'
Al 17 gennaio 2015

_______________________________________
RIEVOCAZIONI
14ª giornata | 10 gennaio 1988

_______________________________________
GALLERY

11 gennaio 2015, Stadio Olimpico, Roma
L'ennesimo gesto memorabile del figlio di Roma

_______________________________________
LINGUAGGI
Kaffeehaus
Cronache e storie
Letteraria
Addio al calcio, 5', di Valerio Magrelli | "Pagine"
Kultur
Biblioteca

_______________________________________
COLLEZIONI
Pentavalide
Santoni
Udo Lattek | "I più grandi allenatori della storia"
Ottmar Hitzfeld | "I più grandi allenatori della storia"
Santuari
Cineteca

_______________________________________
SEGNALI
Il gesto elegante di Sammy Nelson | Tutto il mondo è paese
CenturyLink Field, Seattle (2011) | La rovesciata per tutti gli umili e diseredati | L'azteco Wilhelmus Lourens Johannes Suurbier a Los Angeles | La candidatura francese alla presidenza della FIFA | E' finita anche l'astinenza del Niño ...

10 gennaio 2015

NOVITA'
Al 10 gennaio 2015
________________

Aggiornamenti in tempo reale su Facebook
L' * indica le risorse pubblicate negli ultimi due-tre giorni



Riflessioni per l'anno nuovo


Il calcio è diventato la più grande arma di distrazione di massa che mente umana abbia mai concepito. Attraverso i secoli, si è poi trasformato nella più grande religione laica dell’era moderna: la Fifa ha 209 chiese affiliate, l’Onu ‘soltanto’ 193. Nato borghese, in perenne bilico tra sport e gioco, rimane adrenalina e oppio. Un segno dei tempi, un sogno di tutti tempi: per questo, nonostante il marcio che lo ghermisce, non morirà mai.
Roberto Beccantini
________________

13ª giornata (3 gennaio 1988)
Risultati, classifiche e immagini | Milan - Napoli
Gianni Brera: Bravo Milan, ma ora respira | Kim: Lo zio di Maradona

________________

Riflessioni della domenica
Manuel Vázquez Montalbán
Oggi
Follie di capodanno
Kaffeehaus
Alba blaugrana, giganti dell'area e il ritorno del gol-fantasma ("Cartoline di stagione")
Dilettanti allo sbaraglio. O forse no ("In ripa Arni")
Giri di boa ("Cartoline di stagione")
Storie
Sette espulsi e una doccia fredda ("True stories")
Unforgettable: il 2014 di Lukas Podolski
Letteraria
Rapid Roth e la leggenda del santo calciatore ("Boccaccio era il portiere")
Ode alla FA Cup
Febbre a 90'
Kultur
Un tango per Diego
Quando i Pink Floyd cantavano con la Kop
Biblioteca
La rivoluzione del WBA | Calcio e media
Bilancio 2014
Karl Rappan | Valerij Lobanovs'kyj
("I più grandi allenatori della storia")
XI
Preston North End F.C. (1883-1893) ("Le squadre che hanno fatto la storia")
Cineteca
West Bromwich Albion-Queens Park Rangers (1967)
("Le finali della Football League Cup")

________________

Immagini e segnalazioni

6 gennaio 2015

Christmas cards 2014-2015

Le Christmas cards 2014-2015 sono state dedicate al football inglese degli anni 1950s, in omaggio a un movimento che da sempre festeggia le vacanze natalizie e di inizio anno recandosi allo stadio e santificando il gioco.

Le immagini - fotografie in bianco e nero poi colorate - sono tratte dai primissimi annuari del football. Qui la copertina di quello del 1953/54, con un'immagine dalla finale di FA Cup 1954, a Wembley, tra Preston North End e West Bromwich Albion.